Cosa rende uno studio dentistico di elevata qualità

Il timore del dentista è una delle paure più diffuse: un timore atavico, che esiste probabilmente da quando esistono i dentisti, e che spesso spinge molte persone a rimandare il più possibile un trattamento dentistico, anche quando ve ne sarebbe l’estrema ed urgente necessità.

Tuttavia, al giorno d’oggi la paura del dentista è una delle cose che possiamo considerare accantonabili: infatti, gli studi dentistici sono sempre più all’avanguardia, dotati di sempre più interessanti strumenti per garantire non solo un trattamento mirato e adeguato al disturbo, ma anche di soluzioni per rendere il dolore più sopportabile e meno complicato. Infatti, al giorno d’oggi è difficile che un trattamento dentistico venga effettuato senza anestesia: l’utilizzo di farmaci anestetici locali rende nullo il dolore durante il trattamento, ed i consigli che i dentisti offrono al paziente dopo gli interventi rendono più facile la sopportazione del dolore post traumatico.

dentista1Ma quali sono gli aspetti che ci devono aiutare nella scelta di uno studio dentistico? Cosa rende uno studio dentistico di elevata qualità come quello che trovi qui: http://dentistabari.org/?

Al giorno d’oggi esistono parecchi professionisti che si occupano di implantologia, odontoiatra, trattamenti dentistici: la presenza di diversi studi potrebbe essere da un lato una cosa positiva (perché ci aiuta a scegliere quello che maggiormente sentiamo vicino alle nostre esigenze e necessità), e dall’altro, però, rischia di confonderci.

Tuttavia, non è affatto vero che uno studio dentistico vale l’altro: esistono degli aspetti importanti che dobbiamo tenere in considerazione quando ci affidiamo ad un professionista, e questi fattori possono incidere sulla scelta. Ma quali sono questi fattori? Vediamone insieme qualcuno.

  1. La pulizia dello studio dentistico (ma non solo). Ci basta varcare la soglia dell’ingresso per avere la piena consapevolezza del tipo di studio a cui andiamo incontro: se la sala d’aspetto è ordinata, pulita, se i pavimenti non presentano tracce di polvere, se all’interno della sala si percepisce un profumo di pulito, quasi sicuramente sarà lo stesso per lo studio. La pulizia è un aspetto importante, perché determina anche il livello di igiene che potremmo trovare sugli strumenti e, naturalmente, anche sulla persona.
  2. La pulizia degli strumenti. Gli strumenti che il dentista utilizza per i vari trattamenti non devono essere solo puliti, ma vanno anche sterilizzati: è quindi davvero molto importante valutare questo aspetto, anche perché l’uso di strumenti non sterilizzati potrebbe comportare conseguenze importanti, tra cui infezioni e malattie.
  3. La disponibilità verso il cliente. Anche la gentilezza e la disponibilità verso il cliente sono dei punti di forza da non sottovalutare: un dentista che sa relazionarsi con il paziente (soprattutto con quello più facilmente impressionabile) e che sa trasmettere un senso di fiducia, è sicuramente non solo un ottimo medico, ma anche un vero e proprio professionista anche dal punto di vista umano.
  4. La pulizia della persona. Ovviamente, oltre all’igiene ed alla pulizia dello studio e degli strumenti, è davvero indispensabile che anche il dentista sia impeccabile. Deve indossare la mascherina, usare i guanti, sterilizzare gli strumenti, e tenere tutti quei comportamenti rispettosi nei confronti del paziente e della sua salute.